CONDIVIDI

Equipaggiamento da trekking

Effettuare un’escursione in montagna, sia che si tratti di una gita da un giorno, sia che si tratti di trekking che prevede una durata di più giorni, è un’esperienza che deve essere affrontata con il giusto entusiasmo, ma anche con la consapevolezza che ciò che si porta con sé ha una grandissima importanza. Trovarsi in qualche luogo isolato e raggiungibile a fatica senza i giusti indumenti e accessori, potrebbe rivelarsi un problema. Ecco allora qualche utile consiglio su cosa non deve mai mancare nello zaino di chi si mette in cammino. Cominciamo con chi ha intenzione di effettuare una gita da un giorno.

Abbigliamento
Valutate innanzi tutto il periodo dell’anno e le temperature che pensate di incontrare. Il consiglio è quello classico di un abbigliamento “a cipolla” che possa essere adattabile a seconda del cambiamento repentino del tempo. Portate con voi un pile pesante ed uno leggero, una maglietta a maniche corte ed una a maniche lunghe. Gli indumenti sintetici sono da preferire a quelli di cotone che, una volta intrisi di sudore rischiano di creare non pochi problemi a livello termico: una volta bagnati diventano freddi e asciugano molto lentamente. Prevedete poi una giacca antivento che occupi poco spazio. Le cerate sarebbero da evitare in quanto non sono traspiranti e potrebbero farvi sudare eccessivamente. Pantaloni corti se si è in estate o lunghi in tessuto tecnico se si attraversano boschi o zone umide. Le calze di lana rischiano di essere troppo pesanti e di far sudare il piede, mentre il materiale sintetico è perfetto allo scopo.

Scarponi
L’ottimo è rappresentato da scarpe con suola un Vibram che sia rigida e dia allo stesso tempo comfort e sicurezza. L’imbottitura in Goretex, poi, permette una traspirazione del piede e una sensazione di stabilità decisamente importante. La scelta tra scarponcino basso o alto varia a seconda delle abitudini e delle condizioni del tracciato. Su tracciati facili è consigliabile il modello basso, mentre quello alto, che garantisce una maggiore stabilità e protezione dalle sollecitazioni, è indicato per i terreni più difficili. 

Zaino
È importante la leggerezza. Per le gite da un giorno è sufficiente uno zaino con una capacità massima da circa 30 litri. Evitate di riempire lo zaino oltre i 5 kg. Viaggiando leggeri potrete godervi meglio tutta la gita.

Accessori
Da non dimenticare mai un cappello con la visiera per ripararsi dal sole o dalla pioggia, una cuffia se si va incontro a climi più freddi, guanti in pile se si pensa di incontrare la neve nel corso dell’uscita. Molto utile in caso di pioggia anche un copri zaino. Occhiali da sole e crema protettiva svolgono poi un ruolo molto importante per evitare fastidiose scottature o problemi agli occhi. Indispensabile almeno una borraccia. Valutate la lunghezza del percorso e l’eventuale possibilità di rifornimento: restare senza acqua è una situazione che non è il caso di provare. Non dimenticate mai anche un coltello milleusi. Se siete in una zona non coperta da GPS, allora è necessaria una carta topografica e un fischietto in caso di smarrimento. Infine non dimenticate mai un kit di pronto soccorso.

Cibo
Quando si cammina sono importanti due cose: non restare senza energia e non appesantirsi. La soluzione è semplice: portate con voi panini senza ingredienti troppo pesanti da digerire oppure optate per delle barrette energetiche leggere e utili ma che, naturalmente, danno meno soddisfazione. 

Se invece si tratta di uscite che prevedono il pernottamento in giro allora, oltre alle indicazioni precedenti che restano comunque valide, ci sono delle aggiunte da fare.

Zaino per uscire da più giorni
In questo caso lo zaino può avere una capacità che può raggiungere anche i 60 litri. È importante che sia comodo e che abbia dei buoni spallacci e non crei problemi alla schiena. In questo caso potete riempirlo con un peso che può raggiungere fino a 12 chilogrammi.

Accessori
Per le uscite di più giorni sono necessari anche dei ricambi e degli asciugamano. Sono preferibili quelli sintetici che si piegano facilmente e sono piuttosto leggeri. 

Sacco a pelo
Per dormire nei rifugi è fondamentale avere un sacco confortevole e pratico. Meglio ancora se accompagnato da un materassino in gomma piuma.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO