CONDIVIDI

I benefici del nuoto

Il nuoto viene definito da tutti l’esercizio perfetto. Dopo tutto, è possibile ottenere tutti i benefici di un allenamento aerobico, senza alcun impatto negativo sulle articolazioni, e può essere svolto sia da persone anziane che molto giovani.

Spendere tempo in acqua, quindi, porta dei notevoli vantaggi sia per la mente che per il corpo. Vedremo, di seguito, quali sono i maggiori benefici derivati dal nuoto:

Gestire meglio il proprio peso
Quando si parla di praticare sport per perdere peso, il nuoto vince il paragone con tutti gli sport che si possono praticare in palestra o all’aria aperta. Con soli trenta minuti in vasca, infatti, si possono perdere all’incirca 370 calorie. Se praticato con regolarità, inoltre, il nuoto mette in moto il proprio metabolismo.

Rafforzare i muscoli di tutto il corpo
Chi pratica abitualmente una palestra sa che per rafforzare e modellare i propri muscoli c’è bisogno di un duro lavoro, oltre alla grande mole di tempo. Grazie al nuoto, invece, considerando che la resistenza dell’acqua è 44 volte superiore a quella dell’aria, i propri muscoli si definiranno in poco tempo e con il minimo sforzo. In generale, anche il risparmio che si ottiene sul lungo termine, paragonato ad altri sport, rappresenta un vantaggio considerevole del nuoto.

Migliorare il proprio umore
Come detto ad inizio articolo, il nuoto è uno dei pochi sport che agisce in modo positivo anche sulla propria mente. Uno studio, infatti, dimostra che i nuotatori, non importa a quale livello, sono meno inclini a tensione, depressione, rabbia e confusione quando stanno completando una vasca. Ciò significa che i nuotatori meno esperti e dilettanti possono stare altrettanto bene come i professionisti, in particolare grazie al rilascio della serotonina, un ormone che è la causa dei benefici prima elencati.

Ridurre il rischio di malattie
Per chi soffre di problemi cardiovascolari, il nuoto risulta in vero toccasana. E’ dimostrato, infatti, che nuotare regolarmente aiuta a controllare il livello di zucchero nel sangue, mantenere equilibrata la pressione sanguigna e ridurre il livello di colesterolo cattivo nel sangue. In questo modo, nuotando si ha meno probabilità di sviluppare malattie, come il diabete di tipo 2, malattie cardiache e ictus.

Ridurre il rischio di incidenti
Secondo alcune statistiche, il nuoto rappresenta lo sport più sicuro da praticare. Grazie alla spinta idrostatica dell’acqua, infatti, in piscina si utilizza solo il 10% del proprio peso. In questo modo, strappi muscolari e lesioni sono episodi che si verificano molto raramente.

Restare sempre “asciutti”
Chi soffre di ipersudorazione molto spesso tende a trascurare gli sport che richiedono molta energia. Tuttavia, in acqua non c’è di che preoccuparsi, grazie alla temperatura delle piscine che viene regolarmente raffreddata.

Tenere sotto controllo lo stress
Come ha affermato nel suo libro William Wilson, uno dei più importanti nuotatori a livello agonistico, “Il nuotatore esperto, quando sta in acqua, può essere classificato come il più felici dei mortali.”
Wilson probabilmente non ne conosceva l’aspetto scientifico, ma ora sappiamo che grazie al rilascio di endorfine da parte del nostro corpo, il nuoto aiuta a placare tutto lo stress che si è portato in vasca.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO